Tu sei qui: Home News Arriva Alert System, telefonata zero a circa 2500 cittadini

Arriva Alert System, telefonata zero a circa 2500 cittadini

I sindaci: “Fondamentale registrarsi per ricevere i messaggi”

La telefonata zero, registrata da ognuno dei tre sindaci della Val di Bisenzio, arriverà a circa 2500 abitanti che utilizzano il telefono fisso nel giro di qualche giorno. Guglielmo Bongiorno, Primo Bosi e Giovanni Morganti avvertiranno tutti che è attivo Alert System un servizio che rende possibile, in situazione di emergenza o di necessità di comunicazioni di pubblica utilità, l’avviso diretto e rapido ai cittadini tramite telefonata registrata. A coloro che possiedono un apparecchio fisso e hanno un numero pubblico in elenco telefonico la telefonata arriva automaticamente, tutti coloro - e sono davvero numerosi - che invece usano abitualmente il cellulare e si affidano alla rete mobile e che vogliono ricevere le chiamate di allerta devono necessariamente registrarsi. L’operazione è semplicissima: basta andare sul sito internet del proprio Comune (Vaiano, Vernio o Cantagallo), cliccare nella sezione dedicata ad Alert System (c’è un logo verde e rosso sulla fascia destra dell’home page) e seguire le istruzioni richieste. Oltre ai residenti possono registrarsi anche coloro che possiedono seconde case o chi lavora in Vallata.

“È un servizio che rende ancora più diretto il rapporto tra l’amministrazione pubblica e i cittadini, utilissimo specialmente nelle situazioni di emergenza – sottolineano i sindaci – è tanto più efficace quanto più numerosi sono coloro che scelgono di attivare il contatto ed essere avvertiti.  Sicuramente è molto utile per tutte le persone che sono meno connesse alla rete e non sono abituate a ricorrere ai siti informativi, è importante raggiungere chi è più fragile o isolato”.

Che tipo di informazioni possono arrivare ai cittadini dai sindaci? Sicuramente tutte quelle connesse alle allerte meteo (previsioni di piogge, vento forte o neve) e idrogeologiche, alle necessità di protezione civile, alla eventuale chiusura delle scuole, alle interruzioni stradali legate ad eventi franosi ma anche a situazioni particolari (lavori ma anche gare podistiche o ciclistiche), alle possibili interruzioni o modifiche nell’erogazione dei servizi.  

Azioni sul documento